il Blog Travel For Fans – dove osano i viaggiatori

Cos’è TripBlog

TripBlog è lo strumento digitale dedicato a chi, come noi, ha una forte passione per un certo tipo di viaggi: quelli che coronano il sogno di una vita, fatto di tante sfumature e che, soprattutto, portano il viaggiatore laddove una serie di passioni hanno permesso che tutto ciò prendesse forma. Si chiamano Viaggi Esperenziali. Musica, arte e cultura, buon cibo e sport stanno alla base dei nostri sogni. E i tuoi?

Chi siamo

TripBlog nasce da Travel For Fans il progetto viaggi creato dall’associazione culturale Rootsway di Parma e dalla rivista Il Blues in collaborazione con il Tour Operator Altrimenti Viaggi di Verona specializzato in viaggi in motocicletta. Abbiamo voluto unire le nostre passioni per la musica e la cultura statunitense con il mondo dei bikers in quella che è il nostro grande sogno: l’America e le sue terre, ma anche l’Europa coi suoi paesaggi e sapori.

Cos’è Travel For Fans

Quando un viaggio corrisponde ad un sogno e, da oggi, a una realtà. Ecco, molto semplicemente, cos’è Travel For Fans.

Travel For Fans

Iscriviti al Blog dei viaggiatori Travel For Fans Signup!
  • Cos’è Travel For Fans

Quando un viaggio corrisponde ad un sogno e, da oggi, a una realtà. Ecco, molto semplicemente, cos’è Travel For Fans.

Travel For Fans

Ho da sempre una passione per l’America, soprattutto grazie alla musica alla quale mio padre mi ha introdotta. Una musica, mi dicono ancora oggi, non propriamente adatta ad una ragazza quale io sono, ma è così che ho iniziato a sognare di andare a fare un viaggio laggiù dove il grande fiume Mississippi ha influenzato la cultura delle popolazioni della terra del cotone. Il Profondo Sud. Il blues è un genere, ma direi meglio una cultura, che adoro e che mi prende veramente tanto e la scoperta di festival come il Rootsway in provincia di Parma e della rivista Il Blues mi hanno permesso di conoscere persone che hanno in comune con me questa passione. Però avevo troppa paura di andare in America da sola (altro…)

L’America che volevo, l’America del Blues. L’America che volevo, l’America del Blues.